We are all lovers, devotees of a higher power, thousands of lovers, but the Beloved is one for all. He whom we desire is the beloved of the whole world and is the one God for all men, not specifically for Muslims only, or for Hindus only, or for Christians only.

Sant Kirpal Singh

Scritto da Sant Kirpal Singh il 10 luglio 1961 per la celebrazione dell’Anniversario della Nascita di Hazur Baba Sawan Singh

 

Hazur Baba Sawan Singh

Cari figli della luce,

In occasione della celebrazione dell’Anniversario della nascita del mio Maestro Sawan Singh Ji Maharaj, trasmetto a tutti voi il mio amore e vi parlo dal profondo del mio cuore.

E’ davvero benedetta l’ora nella quale il senza tempo entra nel tempo, il senza forma assume forma e il senza parole diventa verbo e il verbo s’incarna per vivere in mezzo a noi. In verità voi siete essenzialmente e potenzialmente il senza tempo, il senza forma e il senza verbo. Anche se attualmente vivete sul piano dei sensi e non siete consapevoli della vostra reale identità, il verbo è in voi e voi vivete in esso.

Un albero si riconosce dai frutti che produce. Letture, messaggi, scritti, affermazioni e qualunque discorso spirituale sono letteralmente vuoti, se poi non si agisce o si vive in maniera attinente.

Vivete secondo il verbo divino che è la parola delle parole e la manifestazione della verità. L’anima ha nostalgia di questa verità. E’ il canto eterno che è stato cantato in epoche remote che ha prodotto il fenomeno chiamato universo.

Se udite questo canto, potrete intravvedere il Signore e il vero Maestro. Alcuni riceveranno poco, altri un po’ di più e altri ancora di più. Le anime radicate nella Forza del Maestro saranno illuminate. Più le anime sono ricettive alla Forza del Maestro più luce emaneranno.

Se desiderate sinceramente amare Dio in modo pratico, amate i vostri fratelli; nutrite per gli altri gli stessi sentimenti che avete per i vostri cari; invece di vedere i difetti negli altri, dovremmo guardare dentro di noi; soffrite per le sofferenze degli altri e sentitevi felici per la felicità degli altri, sopportate tutto quello che arriva, accettandolo felicemente come Sua volontà e non ferite nessuna delle Sue creature. Per poter amare Dio dobbiamo vivere per Dio e morire per Dio.

Vorrei seminare il seme dell’amore nei vostri cuori affinché i sentimenti dell’amore vengano distribuiti a tutte le nazioni, fedi, sette e caste del mondo. Tutti i santi hanno predicato: “Amate e tutto il resto vi sarà dato.”

"Senza amore non c’è pace qui e nell’aldilà." (Kabir)

"Coloro che non conoscono l’amore non possono conoscere Dio." (Cristo)

"Ascoltate, vi dico la verità – non possiamo avvicinarci a Dio senza amore." (Guru Gobind Singh)

Lo scopo principale del mio Maestro è stato quello di risvegliare l’umanità attraverso la verità insegnata e predicata da tutti i Santi che sono venuti nel passato, e risvegliare la divinità in ogni cuore e guidare tutti verso l’obiettivo della loro vita.

Come i grandi Maestri del passato, attraverso l’esempio della sua vita, attirava a sé persone di tutte le caste e colore. Risvegliò l’umanità alla fondamentale e inviolabile unità della vita. Tutta l’umanità è unita. La vera fratellanza si manifesterà in seguito al risveglio dell’unità che esiste già tra gli uomini. L’uomo è un corpo con un’anima – l’anima è un’entità consapevole – una goccia dell’oceano di piena consapevolezza. L’uomo è il più vecchio di tutti - le organizzazioni sociali sono state create dall’uomo per raggiungere Dio. Lui non è venuto per fondare una nuova religione. La religione che ha insegnato è la conoscenza del sé e di colui che è stato raggiunto da chi è andato all’interno attraverso l’inversione dell’attenzione o attraverso la lettura del grande libro del sé nel quale Dio si rivela – il libro di tutti i libri, la Bibbia di tutte le Bibbie che contiene la chiave per il mistero della vita. La via verso la verità è semplice, la via è conoscere se stesso per conoscere Dio. Quando l’uomo è risvegliato alla conoscenza del sé, si libera dai suoi attaccamenti esteriori e Dio disseta la sua anima.

Le regole che Lui ha dato, se le ha date, sono la meditazione, una vita pura ed etica e il servizio disinteressato. Non vi ha detto di non essere più un cristiano, un indù, un sikh, un mussulmano o un seguace di Zarathustra, ma un vero seguace di Cristo, di Lord Krishna, di Guru Nanak, del profeta Maometto e di Zarathustra e fare quello che loro hanno detto. Non ha chiesto all’uomo o alla donna scettici di oggi di accettare un dogma, ma nello spirito dell’umiltà di obbedire Dio che riverbera nel cuore di tutti. Ha consigliato agli uomini di considerare l’uomo dal livello dell’anima e non attraverso la veste delle varie religioni e di amare tutti. Non ha chiesto di cambiare le cerimonie, ma di guardare all’interno dove tutti sono nell’unità. Ha sostenuto che in tutte le religioni si dovrebbe vivere una vita etica e questo dovrebbe trasformare la vita. Non ci ha raccomandato di seguire i pensieri dell’est o dell’ovest, ma ci ha aiutato ad agire secondo la verità che abbiamo nella nostra religione. Lui ha ravvivato la verità dimenticata che è eterna.

Un esempio è meglio di una regola. L’insegnante che l’epoca richiede è un esempio vivo di quello che tutti possono diventare, l’unico insegnante che possiamo accettare è una persona che ha sperimentato Dio. Lui deve essere una persona che consapevolmente ha creato un ponte sull’abisso tra il tempo e l’eternità e può insegnare agli altri come farlo. Ci rende capaci di scoprire noi stessi e attraverso di Lui il nostro cuore cambia e Lui ha la forza di trasmettere grazia, suscitare amore e concedere un contatto con la luce di Dio. Trabocca dell’amore di Dio e di tutta la creazione e coloro che entrano in contatto con Lui ardono di quest’amore e la Forza di Dio che lavora in Lui risveglia Dio negli altri.

I libri non possono sostituire gli insegnanti. Se l’uomo non incontra l’insegnante “in carne ed ossa” non può chiarire il mistero del sé. Quello che un uomo ha fatto, un altro uomo lo può fare, naturalmente con l’aiuto di una guida adeguata. Siete stati messi sul sentiero – il sentiero che vi conduce al divino in voi. Siete stati benedetti con un contatto consapevole, con la sacra luce e armonia, la vita e l’anima di tutto quello che esiste e potete sviluppare la vostra esperienza iniziale del contatto vivo quanto più volete. Tutto dipende da voi. Dove c’è la volontà c’è una via. Lottate incessantemente per questo. E’ l’essenza della vita e il più grande dono sulla terra. Fatelo crescere con cura e devozione amorevole per non perdere di nuovo l’ancora di salvezza nel tempestoso oceano della vita.

“Alzatevi, svegliatevi e non fermatevi fin quando non avrete raggiunto l’obiettivo” è il messaggio ripetuto nel tempo che risuona dall’eternità e oggi lo ripeto con tutta l’enfasi che possiedo. Fate il fieno finché c’è il sole. Il regno di Dio è a portata di mano e la forza di Dio vi invita in modo inequivocabile. Approfittate dell’opportunità d’oro che Dio vi ha dato, avere il corpo umano è un raro privilegio e l’uomo è benedetto tre volte. Fate il vostro meglio finché c’è tempo. Non permettete che i dissensi s’insinuino nei vostri pensieri e rallentino il vostro progresso. Siete i figli fortunati dell’invincibile luce. Vivete secondo questa verità sacra. La Forza del Maestro è sempre con voi vi darà tutto il Suo amore e la Sua grazia.

Se viviamo secondo gli insegnamenti, questi sono la panacea per tutte le malattie e sofferenze.

Con profondo amore per tutti voi, Kirpal Singh

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta